Al contadino non far sapere….

 

Quanto è buono il formaggio con le pere!!!

Non sapevo proprio come chiamare questa chicchetta che mi è venuta fuori qualche giorno fa. E allora, considerando i vari elementi che la compongono, ho pensato di chiamarla proprio come un antico proverbio che, da piccola, mi recitava spesso la mia mamma per costringermi (altri tempi!) a mangiare la frutta, in particolare le pere, che non amavo molto. E’ una semplice realizzazione di sicuro effetto, l’unico problema è che, sopratutto se dovete realizzarne in quantità, non vi potete anticipare il lavoro perchè, a parte le cialdine che potete anche preparare il giorno prima, una volta assemblate, dovete consumarle nel giro di qualche ora in quanto l’umidità del formaggio tende ad ammordidire le cialdine sottraendo alle stesse la croccantezza che le contraddistingue. Le consiglio per una cena elegante con pochi amici che apprezzano l’estetica di un piatto oltre che il sapore…..ne avete?

Ingredienti per 6 (torrette)

200 gr. di grana

2 cucchiai di semi di senape

2 cucchiaini di paprica

Ingredienti mousse

100 gr. di gorgonzola dolce

100 gr. di philadelfia

qualche cucciaiata di latte

30 gr. di burro

2 pere

granella di pistacchio q.b.

Le cialdine si realizzano davvero in un baleno. Mescolate gli ingredienti. Preparate una teglia foderata con della carta forno e aiutandovi con un coppapasta, ma solo per avere una forma più regolare, inserite all’interno della stessa un po’ di formaggio condito; nel mio quadrato di 8 per 8  ne ho inserito 3 cucchiaini.  Compattate e lentamente, sfilate la forma

Trasportate con attenzione, le cialdine in forno già caldo a 200°, per 5 minuti. Non posticipate il tempo altrimenti il formaggio acquisisce un retrogusto amarognolo. Una volta fuori dal forno fatele freddare bene prima di staccarle.


Se non le utilizzate subito, conservatele, ben fredde, in una latta di biscotti fino all’indomani.

Per la mousse ho scaldato al microonde il gorgonzola con il latte fino a fonderlo (20 sec.), ho aggiunto, mentre era ancora caldo, il burro. Ho trasferito tutto nella planetaria (un frullino va anche bene) con la frusta e iniziando a montare ho aggiunto a fiocchetti la philadelfia. Giusto il tempo di lisciare il composto e far incorporare allo stesso un poco di aria. Il tutto va qualche ora in frigo per compattarsi.

Tagliate le pere a piccoli dadini.

Divertitevi a comporre le torrette come meglio credete, regolari, sfalzate etc. Queste sono le mie

 

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>